Come calcolare il valore per cui certificare

Non sempre è indispensabile far certificare un bene da un ente apposito.

Ho già approfondito la questione in altri articoli del blog, che puoi trovare qui o qui.

Ti riassumo quando non dovresti neanche porti il problema della certificazione:

  • Quando investi solo per il beneficio fiscale in impianti o macchinari poco utili per l’azienda
  • Quando impegni importanti risorse senza avere la forza per farlo

Continue reading

Ne vale la pena?

Ecco la domanda che spesso mi pongono. Te la sarai posta sicuramente anche tu:

“Ma ottenere questa certificazione è davvero cosi importante? Vale davvero la pena? Conviene certificare?”

Se mi segui nel ragionamento che sto per fare ti posso aiutare a rispondere. Ti avviso già da subito che la mia risposta non sarà un semplice: “certo, falla subito”.

Allora iniziamo dicendo chiaramente che non tutti i beni e i macchinari possono essere certificati. D’altronde non avrebbe neanche senso, visto che la legge si rivolge ad una specifica caratteristica.

Hai visto che negli scorsi giorni ti ho parlato di investimento dal punto di vista finanziario. Ti ho ricordato che il vantaggio è fiscale ed è calcolato sull’ammortamento del bene. Pertanto, per sua natura, non è un ritorno immediato.

E ti ho anche sconsigliato di investire se ti azzeri la cassa solo per rincorrere queste agevolazioni. Continue reading

Scopri i 3 modi per riconoscere un ciarlatano

Ecco le linee guida per capire chi hai di fronte

Spesso mi capita di andare in aziende che non ne vogliono saper niente, né di industry 4.0 né tantomeno di certificazione. E magari sono aziende che stanno facendo un investimento importante e avrebbero già tutti i requisiti per chiederla.

Però in questi mesi hanno visto passare dai loro impianti le più improbabili figure che li hanno (in teoria) consigliati riguardo le operazioni da fare.

 

Voglio perciò suggerirti almeno 3 modi per distinguere un vero consulente da uno che ha poca esperienza (nel migliore dei casi) o è in malafede (nel peggiore).

Premessa: non credo di essere l’unica persona che prende il suo lavoro con serietà. Ci sono sicuramente altri professionisti, magari con approcci diversi, ma comunque validi. Puoi tranquillamente lavorare con miei colleghi meritevoli e competenti, anche se ovviamente preferirei essere io la persona che ti aiuta 😊

Quello che mi da un enorme fastidio è però vedere ciarlatani spacciarsi per esperti, che truffano le imprese che hanno riposto la fiducia in loro. Ce ne sono di svariati tipi. Continue reading

Le due categorie di esperti: Stai buttando soldi con il consulente sbagliato?

Probabilmente ormai è un po’ che mi segui e avrai capito che considero Industry 4.0 una grande opportunità per le aziende. Come tutte le opportunità, però, si porta dietro una dose elevata di rischi.

Negli articoli precedenti ti ho descritto cosa penso riguardo alle valutazioni da fare prima di investire. Vallo a leggere se hai dei dubbi o se stai valutando un investimento. So che l’articolo non è piaciuto a tutti, ma il mio intento è quello di capire come aiutare al meglio le imprese che davvero possono usufruire dei vantaggi della legge.

E, purtroppo, non tutte le aziende possono farlo. Perchè molte hanno problemi ben più gravi da risolvere, prima di pensare a benefici fiscali o incentivi all’investimento.

 

Ma se tu sei qui devo dedurre che il tema ti interessa, e che hai già valutato attentamente quello di cui ti ho parlato.

Oggi pertanto ti vorrei mettere in guardia rispetto al proliferare di esperti del settore, guru del 4.0 e quant’altro. Continue reading

Quanto costa la consulenza Industry 4.0 e cosa comprende

“Perche’ ti devo dare una percentuale del mio investimento ?”

 

Questa è stata la domanda che mi ha fatto un cliente, appena gli ho presentato la possibilità di richiedere la certificazione per un nuovo impianto.

Ammetto che non ho capito subito la domanda e me la sono fatta ripetere: cosa c’entro io con l’investimento effettuato?

E cosa c’entra il valore del bene con il costo della consulenza?

Vedendomi stupito, mi ha spiegato che le precedenti richieste di (presunti) esperti del settore erano in percentuale rispetto all’investimento del bene certificabile.

Continue reading