Scopri i 3 modi per riconoscere un ciarlatano

By | 12/04/2018

Ecco le linee guida per capire chi hai di fronte

Spesso mi capita di andare in aziende che non ne vogliono saper niente, né di industry 4.0 né tantomeno di certificazione. E magari sono aziende che stanno facendo un investimento importante e avrebbero già tutti i requisiti per chiederla.

Però in questi mesi hanno visto passare dai loro impianti le più improbabili figure che li hanno (in teoria) consigliati riguardo le operazioni da fare.

 

Voglio perciò suggerirti almeno 3 modi per distinguere un vero consulente da uno che ha poca esperienza (nel migliore dei casi) o è in malafede (nel peggiore).

Premessa: non credo di essere l’unica persona che prende il suo lavoro con serietà. Ci sono sicuramente altri professionisti, magari con approcci diversi, ma comunque validi. Puoi tranquillamente lavorare con miei colleghi meritevoli e competenti, anche se ovviamente preferirei essere io la persona che ti aiuta 😊

Quello che mi da un enorme fastidio è però vedere ciarlatani spacciarsi per esperti, che truffano le imprese che hanno riposto la fiducia in loro. Ce ne sono di svariati tipi.

Ci sono quelli che confondono iper ammortamento con super ammortamento (che NON sono la stessa cosa), quelli che la fanno facile e ti spingono all’autocertificazione (tanto poi il rischio è il tuo, loro se ne sono andati via tranquilli con la parcella pagata), quelli che ti fanno spendere per modifiche inutili più di quello che risparmierai… potrei andare avanti con molti altri esempi.

La domanda che mi aspetto ora é: “ok Gian Franco. Ma io, che non sono esperto dell’argomento, come faccio a sapere se il consulente di fronte a me è veramente competente sull’argomento?”

Ed ora infatti cerco di risponderti con una breve guida in 3 semplici step. Ci sarebbero molte altre cose che puoi verificare o chiedere ma per semplicità direi che questi 3 passi sono rapidi e facilmente applicabili.

 

Vediamoli insieme:

 

3 Step per scoprire con chi stai parlando:

 

  1. chiedigli di cosa si occupa. Se risponde solamente “Industry 4.0” vuol dire che i casi sono 2. O ha iniziato a lavorare l’anno scorso oppure ha abbandonato quello che faceva per buttarsi in un nuovo mondo, intravedendo soldi facili. In entrambi i casi non mi sembra granchè come referenza, giusto?

 

  1. chiedigli di mostrarti i risultati dei suoi precedenti lavori. Non per forza Industry 4.0, anche altri processi di certificazione. Capirai in maniera concreta quante aziende ha aiutato ad ottenere i risultati concordati. Se ti sembra dubbioso o incerto magari è alle prime esperienze. Diffida da chi non ha già una lista di certificazioni ottenute.
  1. se, prima ancora di verificare come stanno le cose, ti ha già fornito il nome del suo collega che fa l’implementazione dell’impianto che (guarda caso) ti è indispensabile per ottenere la certificazione scappa a gambe levate. È il caso peggiore, cioè una persona in malafede. E’ un tuo consulente o un agente dell’azienda dell’amico che produce il software (o altro), secondo la sua verifica, indispensabile?

 

Un professionista serio ti fa vedere cosa ti manca e come ottenerlo, ma ti lascia assoluta libertà sul fornitore da contattare. Hai sicuramente ottimi professionisti che hanno già lavorato con te, senza bisogno di andare a contattare l’amico bisognoso, giusto? Poi se non sai a chi rivolgerti anche io posso consigliarti qualcuno, ma è un discorso ben diverso.

Una cosa è dire: devi assolutamente comprare questo software fatto da xxxxx perché sono gli unici a fare questa particolare modifica che serve al tuo impianto. Un’altra è dire: ti serve un software che faccia questo. Senza non hai i requisiti per la certificazione. Sai a chi rivolgerti? Se non hai nessun fornitore posso consigliarti xxxxx che ha lavorato con me ed è affidabile e di cui puoi verificare le competenze sul sito yyyyy.

 

Il tuo consulente ha passato queste tre piccole verifiche?

Se non l’ha fatto io cercherei un’altra figura. Perché, nel migliore dei casi, rinunceresti alla certificazione; nel peggiore butteresti anche via parecchi soldi, per modifiche inutili.

Vuoi rischiare di non ottenere gli enormi benefici della legge per aver scelto la persona sbagliata?

Se è cosi allora vanno bene tutti senza stare a controllare chi hai di fronte.

Nell’altro caso, che è sicuramente il tuo, informati per bene sulla persona che ti sta consigliando.

Nel frattempo ti suggerisco di scaricare i video GRATUITI compilando il form, per iniziare a chiarire e risolvere qualche dubbio.

A presto,

Gian Franco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *